Menu Chiudi

Costo Docfa a Roma

Qual’è il costo del Docfa a Roma? Prezzo, Tempi e Preventivo

costo docfa roma
Quanto costa il docfa a Roma?

Oggi cerchiamo di rispondere alla domanda quanto costa il docfa a Roma? Qual’ è il costo della variazione catastale a seguito della modifica di una planimetria catastale?. Abbiamo deciso di rispondere a questo quesito in quanto risulta essere un termine di ricerca su internet molto usato e dunque per dare una risposta indicheremo sempre orientativamente alla domanda sul costo del docfa a Roma.

Che cos’è e quanto costa il docfa?

Con l’ acronimo DOCFA si intende “documento catasto fabbricati”. E’ una procedura che serve per l’acquisizione da parte degli uffici del catasto dei documenti catastali. La procedura docfa e’ definita anche“accertamento della proprietà immobiliare urbana”che a firma dei proprietari con l’ausilio di un tecnico professionista abilitato geometra,architetto o ingegnere, comunica all’agenzia del territorio la variazione avvenuta in un immobile dichiarando una nuova costruzione o delle variazioni che hanno interessato una costruzione già esistente che determinano il deposito della nuova pianta catastale.

La pratica DOCFA è ormai informatizzata con invio attraverso piattaforma sister, ed e’ composta di più voci: Modello D; Modello 1N (I e II parte); Modello 2N (I e II parte); Planimetrie; Elaborato Planimetrico; Elenco Subalterni. Una volta compilati i vari punti il tecnico provvederà ad analizzarli e a firmarli digitalmente così che il risultato possa attribuire la categoria catastale, la classe, la consistenza e la rendita catastale per ogni unità dichiarata e presa in osservazione.

Di seguito alcuni casi che richiedono di sapere il costo del docfa a Roma:

  • Planimetria catastale non conforme alla realtà dello stato dei luoghi;
  • Planimetria mancante al Catasto, non rasterizzata;
  • Dopo una ristrutturazione edilizia;

Contattaci per sapere il costo della variazione catastale a Roma: Compila il modulo di contattato  in breve tempo verrai ricontattato.

    Costo docfa per planimetria catastale diversa dalla realtà

    Quando viene alla luce la difformita’ della planimetria catastale rispetto alla realtà è ormai tardi per ricorrere ai ripari senza pagare una sanzione, ed è per questo che consigliamo sempre di rivolgersi ad un tecnico che controlli la conformità urbanistica e catastale dell’immobile prima della vendita. I casi che maggiormente abbiamo riscontrato riguardano lo spostamento di muri interni, la creazione di un bagno nuovo, lo spostamento delle porte o la creazione di un cameretta. I casi meno frequenti, ma comunque riscontrabili, sono le difformita’ su dimensioni interne errate, presenza di balconi o terrazzi.

    Perchè la planimetria catastale risulta difforme?

    Questo tipo di errori o dimenticanze a Roma provengono dalla superficialità di chi faceva edilizia negli anni passati, infatti le maggiori differenze tra planimetria catastale e realtà si riscontrano su immobili edificati tra gli anni settanta e ottanta. Era idea comune in quel periodo che bastasse regolarizzare la planimetria catastale senza dover presentare nulla al Comune di Roma (variante in corso d’opera). Ora che siamo negli anni 2000 inoltratissimi, le norme in fase di vendita si stanno facendo sempre più dure ed ogni notaio prima del rogito richiede la regolarità della planimetria comunale e catastale, oltre al certificato energetico obbligatorio ormai dal 2008.

    Come si sistema a Roma la planimetria diversa dalla realtà?

    Solitamente sempre in base alla nostra esperienza nel settore, le pratiche più comuni a Roma che si utilizzano per sanare una difformità tra stato di fatto e piantina catastale sono:

    • la cila in sanatoria: per sistemare la diversa distribuzione degli spazi interni, stanza in più, creazione secondo bagno, creazione ripostiglio etc.., l’importante è che tali opere non hanno riguardato strutture portanti o lavori in facciata (apertura di finestra o chiusura).
    • scia in sanatoria o scia alternativa al permesso di costruire: questa pratica serve per sanare tutto quello che non è sistemabile con la cila a sanatoria (tranne aumenti di volumetria). Infatti la scia in sanatoria è chiamato anche accertamento di conformità

    Qual’ è il costo del docfa a Roma per sanare una planimetria catastale con difformità?

    Come specificato nei paragrafi precedenti oltre al costo del docfa, per sanare una difformità bisogna dire anche il prezzo della pratica edilizia a sanatoria. Per farla breve se vi trovate di fronte a questa situazione il costo della variazione catastale e della pratica edilizia saranno calcolati all’interno dello stesso preventivo. Per dare un’ idea di prezzi possiamo dire che il costo della cila a sanatoria e docfa è di circa € 600,00/800,00. il costo della scia in sanatoria e docfa a Roma è di circa € 1.000,00/€ 1.200,00.

    Quanto costa un tecnico per presentare il docfa per planimetria mancante a Roma?

    Un geometra, architetto o ingegnere per presentare un docfa per planimetria mancante può chiedere una parcella dai 250,00€ ai 400,00€, il tutto dipende dalle dimensioni del rilievo da svolgere(appartamento grande o di normali dimensioni).

    Andiamo a sanare anche la situazione urbanistica presentando la il docfa per planimetria mancante ?

    Purtroppo bisogna sempre verificare che quanto presentato al catasto sia conforme a quanto descritto nel progetto originario dell’immobile, quindi se la planimetria depositata al catasto risultasse difforme dal progetto bisognerebbe presentare una pratica edilizia a sanatoria (cila a sanatoria, scia a sanatoria).

    Quanto costa il geometra per una pratica docfa a Roma?

    Per avere una panoramica il più possibile veritiera sui costi complessivi dobbiamo aver ben presente i punti essenziali di cui la pratica DOCFA è composta e cosa verrà richiesto come spesa, considerando che sarà necessario rivolgersi ad un tecnico professionista e dunque anche alla sua relativa parcella.

    Le spese catastali in sé non sono esose. Stiamo parlando di cifre abbordabilissime, ossia 50,00 € di spesa effettiva catastale, mentre per i Diritti di voltura il prezzo è di 70,00 €. Ma richiedere l’aiuto di un professionista per la redazione della pratica DOCFA e annessi, ha certamente un costo più elevato.

    Qui di seguito riportiamo alcuni prezzi orientativi che di fatto non possono essere considerati preventivi, bensì dare solo delle indicazioni di massima:

    1. Un professionista per occuparsi di variazioni catastali con l’aggiornamento della planimetria con software DOCFA potrà richiedere come prezzo di partenza intorno ai 150,00 € – 350,00 € (per un appartamento relativamente piccolo), più imposte e spese catastali. Il prezzo varia anche in base alla grandezza dell’appartamento.
    2. In occasione di una nuova costruzione, invece, il prezzo richiesto potrà essere intorno agli 800,00 € – 2.000,00 € escluse imposte e spese catastali.
    3. Per le volture catastali il prezzo orientativo sarà di 70,00 € – 150,00 €.
    4. La richiesta della planimetria catastale il prezzo sarà intorno ai 50,00 € – 70,00 €.

    Articoli Utili: